Integrazione sportiva e Ricette

Fibre Alimentari: aiutano veramente a dimagrire?



Quando si parla di pancia piatta, si sente sempre dire di mangiare Fibre Solubili, Fibre Viscose, Non Viscose e via dicendo. C’è molta confusione sulle Fibre, per questo abbiamo deciso di fare una Guida alle Fibre Alimentari.

Non tutte le Fibre Alimentari sono uguali e gli effetti benefici variano a seconda della tipologia di Fibra che si assume.

Fibre Alimentari: Cosa Sono?

La parola Fibra sta indicare un ampio gruppo di alimenti che hanno caratteristiche diverse. Per questo, spesso, quando si parla di Fibre Alimentari si fa molta confusione.

Gli esperti hanno suddiviso le Fibre in 2 grandi macrogruppi in base a 2 parametri diversi:

  1. per le proprietà chimiche
  2. per l’effetto sul metabolismo

Dal punto di vista biologico, le Fibre Alimentari sono polimeri di Carboidrati commestibili, presenti negli Alimenti non raffinati.

Le proprietà della Fibra Alimentari sono tante:

  • intervengono nel transito intestinale

quando mangiamo alimenti ricchi di fibre, il nostro intestino è aiutato nel suo lavoro di eliminazione delle scorie con conseguente aumento delle feci giornaliere

  • aumentano la flora batterica del Colon
  • abbassano il livello di Colesterolo LDL – Colesterolo cattivo
  • incidono positivamente sul rilascio di insulina nel sangue

infatti, gli Alimenti ricchi di fibre alimentari complesse sono quasi sempre a basso indice glicemico, ovvero rilasciano lentamente zucchero nel sangue.

In sostanza, le Fibre Alimentari servono principalmente al benessere del nostro Intestino, che per molti è da considerarsi come il secondo cervello.

Fibre Alimentari: Quali sono?

Le Fibre Alimentari comunemente si suddividono in 2 categorie:

  1. Fibre Solubili
  2. Fibre Insolubili

La differenza tra le Fibre Solubili ed Insolubili dipende dalla capacità della fibra a sciogliersi in acqua. Ma vediamo meglio qual è la differenza.

La fibra solubile si scioglie in acqua e si trasforma in una sorta di gel viscoso nell’intestino. Infatti, la Fibra Solubile è detta anche Fibra Viscosa. La sua azione è quella di rallentare il transito intestinale e “gonfiare” lo stomaco aumentando la sensazione di sazietà.

La fibra insolubile – o poco solubile – non si dissolve in acqua e rimane quasi intatta durante il transito intestinale. Non è viscosa e aumenta il livello delle feci. Le Fibre insolubili prevengono la stitichezza.

A grandi linee, possiamo dire che:

  • Consumo di Fibra Solubile corrisponde un effetto saziante
  • Consumo di Fibra Insolubile corrisponde un effetto lassativo

Per equilibrare la flora intestinale e ottenere i massimi benefici: è bene avere nella propria dieta un apporto bilanciato di entrambe le Fibre.

Fibre Alimentari: in quali Alimenti?

Le Fibre Alimentari derivano dagli Alimenti Vegetali, Frutta, Cereali e Semi Oleosi.

Di sicuro le verdure sono la fonte naturale più abbondante di Fibre Alimentari. In questo macrogruppo, le migliori sono:

  • lattuga e insalate
  • carote crude
  • bietola
  • spinaci
  • broccoli
  • carciofi
  • zucca

Altri alimenti ricchi di Fibre sono i legumi e la frutta secca. Non solo frutta secca, ma anche quella fresca. Soprattutto possiamo consumare in abbondanza – preferibilmente lontano dai pasti – mele, banane, pesce, pere e mandarini.

Ultimi, ma non meno importanti, sono i Cereali. Per i Cereali bisogna sempre fare attenzione alla provenienza e al grado di raffinatezza. Per grado di raffinatezza si intende quanti processi di “pulitura” dalle scorie ha subito il cereale.

I Cereali raffinanti sono stati privati dalle Fibre, che si trovano nell’involucro. Per approfondire il discorso dei Cereali, rimando al nostro articolo sul Glutine e Farina.

Fibre Alimentari: Effetti Benefici

Il consumo regolare delle Fibre Alimentari derivate da Alimenti Integrali è strettamente legato al miglioramento della qualità di vita. 

Infatti, avere un intestino sano, sgombro da impurità e dinamico allontana il rischio di malattie legate al transito intestinale: prima fra tutte la stitichezza e anche malattie ben più gravi come il cancro al colon.

A questi benefici immediati nell’intestino si aggiunge la propensione alla prevenzione contro la diverticolite, ovvero una malattia causata dall’eccessiva pressione sulle pareti intestinali quando stiamo evacuando le feci.

Gli Effetti Benefici delle Fibre Alimentari hanno una correlazione con le malattie metaboliche e cardiovascolari: chi consuma molte fibre integrali riduce il rischio di contrarre queste malattie.

Infine, avere l’intestino vivo e vivace ci dà una sensazione impagabile di benessere e di leggerezza!

Lascia un commento