Parlano gli Esperti del Benessere

Mangiare Senza Glutine: l’Intervista



Mangiare senza Glutine è possibile? Per saperne di più lo abbiamo chiesto ai fondatori del progetto omonimo – Mangiare senza Glutine.

Cos’è il progetto Mangiare Senza Glutine?

Il progetto nasce nel 2010, quando a pochi anni dalla diagnosi della celiachia ci siamo trovati di fronte alla difficoltà di avere a disposizione uno strumento di consultazione, che ci aiutasse nella ricerca di attività che offrissero servizi senza glutine fuori casa.

Abbiamo quindi pensato di creare un portale web ed un’applicazione, per qualsiasi tipologia di smartphone e tablet, per raccogliere tutte le attività italiane con alternative senza glutine e per consentire agli utenti di esprimere il proprio giudizio sui locali frequentati.

In questi anni, grazie soprattutto alla partecipazione attiva degli utenti, il nostro progetto è cresciuto, diventando il punto di riferimento di molte persone.

Cosa implica nel 2017 in Italia Mangiare senza Glutine?

Negli ultimi anni chi ha ricevuto la diagnosi della celiachia si trova di fronte uno scenario completamente diverso da chi lo ha vissuto 10 o 15 anni fa. Oggi l’offerta è variegata sia in termini di prodotti che di locali.

Finalmente una persona celiaca non è più costretta a rinunciare al gusto e può contare su una moltitudine di prodotti confezionati e freschi di marche diverse, per un’alimentazione diversificata ogni giorno.

Fuori casa il discorso è lo stesso, in quanto è ormai facile trovare locali idonei e condividere momenti di vita sociale insieme alle persone “normali”.

Perché secondo voi molte più persone si avvicinano ad un regime alimentare privo di Glutine?

Non abbiamo molte statistiche in merito, ma la nostra opinione personale ci porta a dire che chi sceglie senza glutine senza averne la necessità lo fa più che altro per moda o scarsa informazione. La parola “senza” sembra rappresentare di per sé qualcosa che necessariamente tolga calorie a quello che mangiamo.

Molti ristoranti stanno migliorando l’offerta dei loro menù con piatti gluten free, è solo una mossa economica o si sta sviluppando una maggiore sensibilità?

Per quello che riguarda la nostra esperienza, sicuramente possiamo affermare che il primo motivo è la maggiore sensibilità, dovuta in alcuni casi all’esperienza diretta degli esercenti con la celiachia, nella propria famiglia o tra gli amici.

Di conseguenza chi lo fa, cerca di farlo con consapevolezza ed attenzione. Questo impegno è ripagato dal fatto che molto spesso un solo celiaco in un gruppo di persone può essere determinante per la scelta di un locale, di conseguenza offrire questo tipo di servizio ha un suo tangibile ritorno.

Zero grano e la tradizione di pasta italiana, qual è la vostra posizione?

Oggi possiamo affermare che è difficile sentire la differenza tra una buona pasta senza glutine ed una normale, anche perché esistono in commercio quasi tutti i formati di pasta analoghi a quella tradizionale.

Questa esigenza di cercare alternative al grano ha portato inoltre a riscoprire e valorizzare una varietà di farine naturalmente prive di glutine, che non hanno nulla da invidiare a quelle tradizionalmente usate.

Quindi crediamo che la tradizione di pasta italiana non sia più limitata solo al grano ma progressivamente stia includendo anche queste nuove farine, mantenendo comunque la stessa qualità.

Come si usa l’Applicazione di Mangiare Senza Glutine?

Abbiamo pensato, progettato e sviluppato la nostra applicazione in modo da rendere il suo utilizzo semplice ed intuitivo.

Il menù principale offre le possibilità di leggere gli ultimi commenti inseriti, visualizzare le ultime foto pubblicate e soprattutto cercare le attività tramite filtri relativi alla località oppure per parola chiave.

Le funzioni che crediamo essere più utili sono:

  •  “Nuove attività intorno a me”, che visualizza tutte le nuove attività inserite nel raggio di 30 km;
  • “Intorno a me”, che visualizza in ordine di distanza le attività vicine al punto in cui ci si trova;
  • “Vicino a…”, che visualizza le attività nei pressi del luogo indicato.

L’applicazione è aggiornata quotidianamente con i nuovi commenti e le nuove attività segnalate dagli utenti.

Qualche consiglio pratico sul mangiare fuori?

Innanzitutto usate Mangiare Senza Glutine! Scherzi a parte, la scelta oggi è variegata e diversificata, consentendo davvero a tutti i palati di trovare la propria soddisfazione.

Prestate però molta attenzione al fattore “contaminazione”, che vale tanto quanto la presenza del glutine stesso. Quindi quando andate in un locale, gelateria, bar, ecc., guardate e cercate di capire come avviene la preparazione di quello che state per mangiare, perché un momento di distrazione può capitare a tutti, anche agli esercenti più attenti e precisi.

Fatta eccezione per le persone affette da celiachia ed intolleranza al glutine, consigliate di limitare o evitare il consumo di alimenti con Glutine?

Scientificamente ad oggi non è dimostrato che ci siano dei vantaggi per chi segue una dieta senza glutine e non ne ha la necessità. Quindi non c’è alcun motivo di eliminare il glutine dalla propria alimentazione, se non per la curiosità o il piacere di scoprire nuovi sapori.

Possiamo però dare un consiglio, e cioè che in compagnia di un celiaco se scegliete piatti senza glutine potrete condividerli con lui.

Grazie mille per le vostre parole e consigliamo a tutti di utilizzare la App e le Indicazioni di Mangiare Senza Glutine!

Lascia un commento